finanziato dal Comune di Barletta e condotto anche da IPE Poggiolevante

Comincia oggi il corso di formazione per docenti delle scuole primarie e secondarie di I grado di Barletta sulle tecnodipendenze, cioè le dipendenze psicologiche dalla tecnologia (computer, Internet, videogiochi, telefono).

Il Comune di Barletta, promotore dell'iniziativa tramite il bando AVVISO PUBBLICO PER LA RICERCA E LA SELEZIONE DI PROPOSTE PROGETTUALI FINALIZZATE A CONTRASTARE LA DIPENDENZA DEGLI ADOLESCENTI DA STRUMENTI TECNOLOGICI E DALL’USO INAPPROPRIATO DEI MOTORI DI RICERCA, ha approvato le proposte di Binario 10 APS, IPE Poggiolevante e Learning World Service.

La prima fase è costituita da lezioni ed esercitazioni in diretta da Poggiolevante sulla cultura di Internet. In tre sessioni telematiche di due ore ciascuna i docenti potranno comprendere le logiche sottostanti agli strumenti più utilizzati in rete. Il ciclo di tre lezioni sarà ripetuto tre volte per raggiungere tutti i docenti interessati.

Più in generale, il progetto TECNODIPENDENZE con le sue attività si prefigge di attuare politiche operative che favoriscano la divulgazione delle giuste informazioni in merito al tema principe del progetto tra genitori e adolescenti.
L’incessante diffusione dei social network, la costante comunicazione virtuale, la subentrata mancanza di socialità provocata dal fenomeno pandemico di cui si è attualmente vittime, portano ogni giorno migliaia di ragazzi ad isolarsi dal mondo reale per “vivere” in un ambiente simulato da un software, in un corpo nettamente differente dal proprio e molto spesso riconducibile al proprio idolo, svolgendo delle attività ben distanti da ciò che il mondo reale può offrire. Al giorno d’oggi l’uso spropositato della tecnologia e di internet è una dipendenza vera e propria da cui si può uscire con le giuste attenzioni.
Riconoscere di essere in difficoltà e soprattutto che forse ci si ritrova difronte ad una dipendenza è il primo passo per poter intraprendere un percorso di guarigione da quella che si fatica ad accettare come una vera e propria patologia.
Capire le cause che hanno indotto i ragazzi ad entrare nel tunnel della dipendenza tecnologica e quali sono i disturbi comportamentali che denotano la presenza di questa dipendenza, sono le informazioni di cui necessitano gli adolescenti e ancor di più chi vive costantemente accanto a loro, genitori e insegnanti, affinché questi segnali vengano colti e sfruttati nel migliore dei modi in un momento in cui uscirne è ancora semplice.
Il percorso promuove azioni di informazione e sensibilizzazione della comunità locale partendo proprio dai diretti interessati, nella speranza di poter aiutare le famiglie, le scuole e gli adolescenti a contrastare la dipendenza patologica da internet.
L’obiettivo è creare e implementare un protocollo che possa essere utilizzato nell’individuazione del disagio.

Data pubblicazione